Magnetic Festival 2015

Rigoletto-Fantasia in RE

Una delle più brillanti e vitali realtà nel campo della Lirica presenti in Italia. Fondata nel 1995 da Stefano Giaroli, dal 1998 ad oggi  ha prodotto e messo in scena oltre venticinque titoli lirici, con  innumerevoli repliche in Italia, in Francia, in Svizzera e in Germania.  Con  l’Orchestra Sinfonica Cantieri d’Arte è il primo partner del Coro Aurea Parma, formato da artisti del Coro del Teatro Regio. La sua struttura snella e la costante ricerca di una qualità superiore fanno sì che Fantasia in RE possa consentire  la  messa  in scena di spettacoli adattabili  alle  esigenze  di qualunque  sito  teatrale.  Il repertorio della Compagnia spazia da Verdi a Puccini, da Rossini a Mascagni, da Mozart a Bizet.
Oltre ai titoli più consueti,  fra i quali Aida e Otello, Fantasia in RE  vanta nel proprio repertorio anche opere  particolari  quali Adriana  Lecouvreur  di  Cilea,    Manon  Lescaut  di  Puccini e Werther di Massenet  iterranea energia  della tradizione lirica italiana.


Giardino d’Amore -Baroque Orchestra

Orchestra da Camera Europea, Il Giardino d’Amore, è composta  da  giovani musicisti dotati di strumenti originali,  che eseguono  sia  opere strumentali  che  vocali,  concentrandosi sulla musica barocca italiana del XVII e XVIII secolo.  I musicisti  di Il Giardino d’Amore sono apparsi sui  palcoscenici d’opera e sale da concerto in tutta Europa. Fondata nel 2011 dal violinista Stefan Plewniak, l’Orchestra si è esibita in molti festival prestigiosi come  Bach Festival di Vienna,  Utrecht Oude Musik Festival, Tartini Festival a Pirano, Early  Music Festival di New York,  tenendo concerti in Polonia,  Slovenia, Austria, Paesi Bassi, Stati Uniti d’America, Canada.


 Bond Quartet

Le Bond sono le componenti di un quartetto d’archi che contamina musica classica e pop. Le Componenti del gruppo sono  l’australiana Haylie Ecker,  primo violino;  la gallese Eos Chater,  secondo  violino; l’australiana Tania Davis,  viola e l’inglese  Gay-Yee  Westerhoff,  violoncello. Il loro primo album Born ha raggiunto la prima posizione nelle classifiche di 21 nazioni.  All’interno di esso è contenuta Victory che,  in un passaggio,  si rifà ad alcuni  passaggi  dell’ouverture de Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.


La Vedova Allegra

Nasce  nel  1990 presso l’Alfa Teatro di Torino sotto la  direzione  artistica di Augusto Grilli,  attore e regista,  dove presenta ogni anno una stagione dedicata alla piccola  lirica che fa guadagnare al Teatro l’appellativo di “Salotto dell’operetta”.  La compagnia cresce dal punto di vista artistico e organizzativo  fino a creare intorno a sé un centro di  produzione dedicato  all’operetta con  scuola di teatro,  coro e orchestra,
laboratori di scene e costumi, biblioteca teatrale specializzata.   Il  direttore Artistico orienta il lavoro della Compagnia verso  una  riscoperta filologica degli spettacoli  che  pone  la giusta cura agli aspetti musicali e produce, accanto ai grandi classici,  titoli  meno noti al pubblico italiano,  in un percorso di valorizzazione e riscoperta della Piccola Lirica.


Appassionante

Appassionante sono  Giorgia,  Stefania e Mara, bellissime  cantanti soprano che con la loro voce accattivante ispirano tutta la passione e la mediterranea energia della tradizione lirica italiana. Il loro progetto nasce presso la Overlook Italia: l’obiettivo è di  creare  un cross-over di musica  classico-pop, rappresentato da tre bellezze esotico-mediterranee, nonché cantanti liriche.
Questo incrocio di musica lirica e leggera ha suscitato, in Italia, un  notevole  interesse,  portando le tre cantanti  ad  esibirsi  in molti  festival  e manifestazioni.  All’estero  è  avvenuta  la  loro definitiva consacrazione artistica:  attraverso una collaborazione  di sinergie tra Overlook Italia e grandi compagnie mediatiche  tedesche,  il  progetto  Appassionante  ha  preso  definitivamente forma e ha intrapreso un nuovo cammino, così che ora le tre ragazze vengono acclamate ed apprezzate in tutto il mondo grazie anche alla loro italianità,  al  loro essere  profondamente  radicate  nella tradizione lirica italiana e all’audace capacità  di rifletterla in un senso nuovo.