Associazione Culturale Artistica
 
Maggyart

Canto, amore e gelosia

PRESENTAZIONE

“L’amour est un oiseau rebelle que nul ne peut apprivoiser” recita Carmen in Habanera. L’amore ribelle, appassionato, impossibile, l’amore travolgente sarà il protagonista di questo concerto. Due tra i massimi interpreti del repertorio lirico, romantico e verista, Veronica Simeoni e Luciano Ganci, ci faranno ascoltare le arie e i duetti più toccanti da Carmen, Aida, Tosca, Cavalleria Rusticana, Thaïs, Arlesiana.

PROGRAMMA

Georges Bizet

L’ Arlesiana Suite n.2 – Farandole

Francesco Cilea

Adriana Lecouvreur “Acerba voluttà”,“ Principessa! Finalmente!” 

“L’anima ho stanca”

Georges Bizet 

Carmen – Preludio, “La fleur que tu…”, “L’amour est un oiseau…”

-PAUSA-

Pietro Mascagni 

Cavalleria rusticana Intermezzo sinfonico, “Tu qui, Santuzza”

Jules Massenet

Thaïs Meditation

Camille Saint Saëns

Samson et Dalila “Mon coeur s’ouvre à ta voix”

Giacomo Puccini 

Tosca – “E lucevan le stelle”

Giuseppe Verdi

 Traviata – Preludio Atto I

Aida – “Già i sacerdoti adunansi”

CAST

VERONICA SIMEONI – Mezzosoprano

Veronica Simeoni è, senza tema di smentita, uno dei mezzosoprani più interessanti fra quanti si sono affacciati alle più importanti ribalte liriche nell’ultimo decennio. 

Simeoni nasce a Roma e si diploma in canto presso il Conservatorio di Adria, poi prosegue la sua formazione   musicale   con   Raina   Kabaivanska all’Accademia  Chigiana  di  Siena,  all’Istituto  Vecchi-Tonelli  di  Modena  e  all’Università  di  Stato  di  Sofia. 

Artista di grande versatilità ha al suo attivo numerosi debutti e prestigiose collaborazioni con registi e direttori nei teatri di tutto il mondo.

Tra i suoi impegni recenti: Carmen a Venezia e a Salerno, Werther a New York e Palermo, Requiem di Verdi in forma scenica a Zurigo e in concerto a Parma, La forza del destino ad Amsterdam con la direzione di Michele Mariotti e la regia di Christof  Loy, Messa per Rossini alla Scala di Milano con la direzione di Riccardo Chailly, La damnation de Faust diretta da Daniele Gatti e con la regia di Damiano Michieletto come inaugurazione della prossima stagione a Roma, Carmen La Favorite a Firenze, Rossini Stabat Mater a S.Cecilia, Petite Messe Solennelle con La Scala a Pavia,  Don Carlo Stabat Mater di Rossini a Bologna con la direzione di Mariotti, Carmen con il Teatro di San Carlo a Bangkok, Madama Butterfly a Muscat, La forza del destino a Londra,  Cavalleria rusticana a Napoli, Matera e Bologna, Nabucco a Zurigo, Don Carlo a Venezia; tra gli impegni futuri: Adriana Lecouvreur a Bologna, La damnation de Faust a Torino, Carmen a Roma, Stabat Mater di Rossini alla Scala, Les contes d’Hoffmann a New York. 

LUCIANO GANCI – Tenore

Considerato  una  delle  voci  più  interessanti  della  nuova generazione, il tenore Luciano Ganci muove i primi passi nel   Coro   della   “Cappella   Musicale   Pontificia   Sistina” diretta  dal  Maestro  Domenico  Bartolucci.  Studia  sin  da bambino   canto,   pianoforte   ed   organo   conseguendo   i diplomi  presso  i  conservatori  di  Santa  Cecilia  di  Roma, Licinio Refice di Frosinone ed Ottorino Respighi di Latina. 

Tenore dalla voce ampia e luminosa, debutta nel 2010 il ruolo di Alfredo ne La Traviata di Giuseppe Verdi,  ben  presto  seguito  da  ruoli  pucciniani  di  Rodolfo  ne  La  Bohème  e  Pinkerton  in Madama Butterfly e, l’anno seguente, da   Turiddu nella Cavalleria Rusticana. Il 2012 segna ufficialmente il debutto a livello internazionale, con La Traviata a Salisburgo. 

Nell corso della sua prestiogiosa carriera internazionale, Luciano ganci ha cantato  al  Teatro  alla  Scala  di  Milano,  Teatro  di  San  Carlo  di  Napoli,  Arena  di  Verona, Teatro  Comunale  di  Bologna    Teatro  Massimo  di  Palermo,  Teatro  del  Maggio  Musicale Fiorentino, Festival Verdi di Parma, Teatro Regio di Parma, Haus für Mozart di Salisburgo ed  Opernhaus  di  Graz,  Konzerthaus  di  Berlino,  Palau des  Art  de  la  Reina  Sofia  di  Valencia, Teatro Liceu di Barcellona, Arena Sferisterio di Macerata, Teatro Petruzzelli di Bari, Herodes Atticus di Atene, Edmonton Opera in Canada, Bolshoi di Mosca e Marinskij di San Pietroburgo in Russia, Opera di Anversa e Gent in Belgio, Royal Opera di Muscat in Oman, Teatro di Abu Dhabi  negli  Emirati  Arabi, Hyogo  Opera Festival in Giappone, Art Center di Seoul ed allo Spring Festival di Budapest. 

NUOVO ENSEMBLE SALOTTO ´800

Il complesso strumentale “Salotto ‘800” è nato per iniziativa di Leo Nucci e Paolo Marcarini.
Con il lavoro di riscoperta di pagine poco eseguite e anche di “riedizioni” di grandi successi, “Salotto ‘800” ha condotto un’intensa attività che lo ha visto applauditissimo protagonista a fianco di Leo Nucci in memorabili concerti in Italia (dal “Bellini” di Catania al “S.Carlo” di Napoli, dall'”Opera” di Roma al “Comunale” di Bologna, dal “Regio” di Parma al “Grande” di Brescia, alla “Scala” di Milano), in Francia (Teatro di Lille, Salle Gaveau di Montecarlo), Germania (Herculessaal di Monaco di Baviera, Bonn), Svizzera (Radio Svizzera Italiana, Festival di Solothurn), Jugoslavia (Sala del Conservatorio di Zagabria), Chile (Teatro Municipal di Santiago, Viña del Mar dove il concerto è stato premiato dalla critica come miglior concerto dell’anno).
Ha inciso, sempre con la voce di Leo Nucci, tre compact disc : “Il Concerto della Scala” con romanze da camera e arie d’opera, “Il baritono ideale”, solo arie d’opera, e “Omaggio a C.A.Bixio” con alcune fra le più belle canzoni di questo autore.
Accanto a pagine della lirica “da camera” dell’Ottocento il complesso propone arie del grande repertorio operistico e alcune (in versione completa) fra le più celebri opere italiane.
Ha collaborato, oltre che con Leo Nucci, con altri grandi cantanti quali Katia Ricciarelli, Christian Johansson, Mariella Devia, Cecilia Gasdia, Daniela Dessì.
In occasione della messa in onda televisiva di “Rigoletto” su Rai 3 il “Messaggero” di Roma scrisse: “Che dire dell’ensemble Salotto ‘800 ? Una grande micro-orchestra”. 

MARCO DALLARA – Direttore

Nato a Milano, si è diplomato in violino al Conservatorio di Musica Arrigo Boito di Parma, dove ha  proseguito  gli  studi  in  Composizione  e  Direzione d’Orchestra. In   qualità   di   violinista   ha   collaborato   con   le   più importanti  istituzioni  liriche  e  sinfoniche italiane  e con solisti quali Giuliano Carmignola, Mario Brunello, Radovan  Vlatkovioc,  Maurice  André,  Sergej  Krylov, Michele   Campanella,   Salvatore   Accardo,   Uto   Ughi sotto  la  guida  di  alcuni  fra  i  più  rinomati  direttori  a livello internazionale quali Riccardo Muti, Miun Wung Chung,  Rafael  Fruhbech  De  Burgos,  Bruno  Bartoletti,  Donato  Renzetti,  Gustav  Kuhn,  Kazushi Ono solo per citarne alcuni.Ha iniziato l’attività di direttore d’orchestra nel 2004 e fin da subito ha ottenuto importanti risultati  in  vari  concorsi  internazionali.  

Tra gli impegni più recenti si possono inoltre annoverare il debutto nella Stagione Sinfonica del Teatro  Municipale  di  Piacenza  con  l’Orchestra  Filarmonica  Toscanini  ed  il  basso  Roberto Scandiuzzi, un Concerto Sinfonico replicato sia al Teatro Regio di Parma che al Teatro Valli di Reggio  Emilia  ed  il  Concerto  con  Dimitra  Theodossiou,  Roberto  Aronica  e  Michele  Pertusi  al Teatro  Magnani  di  Fidenza,  Don  Pasquale,  Traviata,  Il  Signor  Bruschino,  un  Concerto  Lirico Sinfonico all’EuropAuditorium di Bologna e Facade di William Walton sempre con l’Orchestra Arturo Toscanini.

Distribuzione Reggio Iniziative Culturali S.r.l.

 

-Settore Blu

  • 8€ a biglietto
  • ragazzi fino a 16 anni  gratis 
  • disabili gratis 1+1 = paga solo l’accompagnatore

-Settore Verde

  • 8 € a biglietto
  • ragazzi fino a 16 anni gratis
  • disabili gratis 1+1 = paga solo l’accompagnatore

-Settore Rosso

  • 5 € a biglietto
  • ragazzi fino a 16 anni gratis
  • disabili gratis 1+1 = paga solo l’accompagnatore 

 

Abbonamento si paga 2 eventi su 3 

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien